Menu

Shogun No Katana

  • Anno: 2023
  • Giocatori: 1-4
  • Età minima: 14+

Tecnica, disciplina e sudore: i Mastri Forgiatori hanno nelle loro mani il destino di intere casate e del proprio Paese. Sarai in grado di offrire i tuoi capolavori ai più potenti Daimyō del Giappone e perfino allo Shōgun in persona?

Maggiori dettagli
  • Anno: 2023
  • Genere: Gestionale, Piazzamento lavoratori
  • Game Design: P.S. Martensen, Federico Randazzo
  • Illustrazioni: Giorgia Lanza
  • Giocatori: 1-4
  • Durata: 60-180 min
  • Età minima: 14+
  • Editore Originale: Post Scriptum

Scopri Shogun No Katana

Shōgun no Katana è un gioco gestionale, ambientato nel Giappone feudale, in un periodo di lotte fra signori locali (Daimyō) che puntano al dominio su tutto il Giappone per arrivare ad ottenere il titolo di Shōgun (il titolo militare più alto, equivalente a quello di Generale). Era comune che i Mastri Forgiatori producessero spade per i Daimyō: oltre all’Acciaio, con cui ovviamente si forgiava la lama, veniva usata la Pelle di Razza per ricoprire l’impugnatura e rendere più salda la presa, mentre il Legno era usato per il fodero, che veniva poi verniciato con Lacca su cui si eseguivano eventuali decorazioni e disegni, anche con polvere d’oro o altri materiali. 

Tutto ruota intorno al Washitsu

In Shōgun no Katana, impersonerete coloro che hanno il compito di forgiare la spada, ma non sarete soli. Alle vostre maestranze ci sono i Lavoratori, che si occupano di qualsiasi cosa: vanno al Mercato, si recano al Palazzo dell’Imperatore, visitano i Daimyō per ottenere l’incarico di forgiare le spade e, ovviamente, realizzano le spade stesse. La stanza detta Washitsu, in stile tradizionale, è lo spazio riservato alle esposizioni dei capolavori appena conclusi. Vi servirete anche di altre figure, nel corso della partita, come i Monaci: al termine del processo di forgiatura viene effettuato un rito Shinto di benedizione, per questo motivo, i Monaci devono supervisionare e benedire i lavori in cambio di un’offerta al Tempio. I Familiari invece, devono rappresentarvi presso Lo Shōgun: ogni azione sgradita allo Shōgun potrebbe avere ripercussioni sui membri della famiglia presenti a palazzo!

Il cuore pulsante: la Fucina

Nel momento in cui i quattro Daimyō a cui potete vendere le vostre preziose Spade vengono a conoscere la vostra arte, potreste ottenere Punti extra a fine partita. I Daimyō vi pagano un anticipo nel momento in cui vi commissionano una Spada, quindi potrete spostarvi al Mercato per recuperare le risorse necessarie. Ben presto però, la vostra attenzione si sposterà sulla Fucina: Le Spade si muoveranno sulla vostra Fucina e dovrete gestirle al meglio per attivarne il più possibile con ogni azione, senza che si incastrino fra di loro! Le vostre lame saranno taglienti e ben bilanciate, ma anche l’estetica vuole la sua parte. Per questo esiste l’Accademia dei Decoratori: qui si impara a decorare le spade con finiture preziose per aumentarne il prestigio. Inoltre, il committente vi paga monete extra per ciascuna decorazione eseguita. Attenzione, però: gli infaticabili artigiani dell’Accademia sono sempre tutti al lavoro, anche quelli dei vostri avversari!

Una questione d'onore

Quando una Spada è completa, ossia quando ha già su di sé tutte le Risorse richieste, è possibile consegnarla. A questo punto potete spostare la Spada dalla Fucina per posizionarla nel primo spazio libero del vostro Washitsu. In quanto valorosi comandanti militari, gli Shōgun nutrivano grande ammirazione per le spade finemente realizzate, ma avevano anche alte aspettative sui risultati! Per questa ragione, il coronamento della carriera di ogni Mastro Forgiatore non può essere che la creazione della propria SHŌGUN NO KATANA (la Spada dello Shōgun), ma per fare ciò bisogna avere abbastanza esperienza nella lavorazione di ogni tipologia di Risorsa: riuscirete ad ottenere il Favore dello Shōgun?

close